CHIRURGIA TRADIZIONALE A CIELO APERTO

Chirurgia urologica classica

Prof. Gaetano Tati prostatectomia radicale

E’ la chirurgia urologica classica e si utilizza nelle patologie urologiche di approccio chirurgico quando le altre tecniche sono rischiose o insufficienti per ottenere il risultato ottimale. In particolare la chirurgia uro-oncologica complessa trova ancora oggi la sua massima indicazione nel trattamento “a cielo aperto”.

La chirurgia a cielo aperto è riservata a trattamenti di tumori prostatici avanzati e a voluminosi tumori renali, nonché alle neoplasie vescicali muscolo-infiltranti.

La prostatectomia radicale a cielo aperto è un intervento di asportazione totale della prostata.

La nefrectomia è l’intervento di asportazione, parziale o radicale, del rene. L’indicazione dell’intervento dipende dalla localizzazione e delle dimensioni del tumore.

La cistectomia è l’intervento che porta alla rimozione della vescica e dei linfonodi regionali.

 

Tradizionalmente sia la prostatectomia che la nefrectomia e la cistectomia si eseguono in modalità tradizionale a cielo aperto ma se le indicazioni dell’urologo lo consentono è preferibile intervenire per via laparoscopica o robotica per ridurre l’impatto dell’intervento sul paziente minimizzando le perdite ematiche e favorire un recupero post operatorio più rapido

Prof. Gaetano Tati esperto in Chirurgia urologica a cielo aperto, Laser verde e ad Holmio, Chirurgia endoscopica, Laparoscopica e Robotica da Vinci per il trattamento delle patologie urologiche sia maschili che femminili. Svolge attività chirurgica in convenzione assicurativa diretta nelle migliori Case di Cura a Roma. In 35 anni di attività chirurgica ha eseguito oltre 16.000 interventi di Chirurgia Urologica di cui la maggior parte di alta complessità.